Articolo
13maggio

NARS Cosmetics e il successo della sua Profile Makeover App per facebook

nars profile makeover 1

La notizia è di questi giorni, Nars Cosmetics, beauty brand internazionalmente noto e apprezzato, sbarca in Italia. Il marchio già qualche mese fa aveva  fatto parlare di sé, anche in Italia, per la coraggiosa impresa social in cui si era imbarcato: creare buzz intorno al suo nome attraverso un’insolita e originale campagna su facebook, allontanandosi dall’ormai rodata e più che battuta strada di giveaway e contest.

nars warhol

Strategia

La campagna si è articolata in due fasi:

- creazione e messa in commercio di una nuova linea di make up dedicata ad Andy Warhol, con colori pop e packaging a tema, sviluppata collaborando con la Andy Warhol Foundation for the Visual Arts;

- lancio della “Profile Makeover app”, grazie alla quale ogni utente poteva caricare, modificare e adattare alcune delle proprie foto in perfetto stile Warhol ottenendo una cover photo e una profile pic perfettamente coordinate. La gamma di template tra cui scegliere era piuttosto vasta, con citazioni, eleborazioni grafiche e un piccolo, non eliminabile e fondamentale dettaglio: il brand in bella mostra in un angolo della cover photo.

Andy Warhol è stato il fil rouge tra le fasi e ha così permesso di legare l’app alla linea make up da promuovere con un rimando reciproco e costante tra i due prodotti.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=zsHXAQTB3Ss]

Engagement

La “warholizzazione” del profilo ha così attirato, oltre agli estimatori del brand e ai suoi abituali clienti, anche i fan di Andy Warhol e del suo gusto grafico, che l’app rispecchiava abbastanza fedelmente.

La campagna si è basata principalmente, se non esclusivamente, sul passaparola, evitando i Facebook ads e puntando proprio sul fatto che ogniqualvolta un nostro contatto su facebook cambia la profile pic o la cover photo ne riceviamo notifica nello stream delle notizie in home. Il risultato è stato discreto in termini di engagement: più di 5000 immagini create e 820000 visualizzazioni su facebook, con una media di 7 minuti di utilizzo dell’app ad utente.
In realtà il buzz al di fuori di Facebook è stato maggiore, grazie alla copertura dell’iniziativa su tech e beauty blog  e ai numerosissimi tweet a riguardo; paradossalmente, dunque, una campagna strettamente legata a Facebook, con un’app specificamente creata per questo social, ha riscosso più successo su altri canali.

Facebook Ads?

Alcuni obiettano che, se Nars avesse deciso di investire anche in Facebook ads integrandoli nella campagna, i risultati sarebbero stati di molto superiori. Eppure, il team digital media di Nars si dice soddisfatto dell’esperimento e del riscontro ottenuto, posto che l’obiettivo iniziale era proprio quello di vedere fin dove si potesse arrivare con una campagna social fatta puramente ed esclusivamente per acquisire fan e visibilità sui media senza alcun investimento pubblicitario.

nars profile makeover 2