Articolo
6giugno

Le destinazioni raccontano: il Friuli Venezia Giulia e lo storytelling territoriale

storytelling_territoriale_friuli_venezia_giulia

La rivoluzione social nel destination marketing è avvenuta. Alcune regioni italiane l’hanno cavalcata da subito e con slancio, altre sono saltate in sella con meno convinzione, ma anche chi è rimasto indietro cerca di recuperare terreno.  Tra le esperienze più significative sorprende trovare, insieme ai” soliti noti” come Trentino e Toscana, alcune regioni più piccole e con un’industria turistica meno sviluppata ma decisamente rampanti nella nuova arena della comunicazione: Umbria, Basilicata, Friuli Venezia Giulia.

L’Umbria ha fatto parlare di sé quando, nel 2011, ha lanciato il primo progetto di storytelling territoriale in Italia e organizzato il primo blog trip in una destinazione turistica italiana scegliendo, come ambasciatori del territorio, i travel blogger.

Sempre nel 2011, la Basilicata è stata protagonista della case history più acclamata all’edizione Buy Tourism Online di quell’anno con il progetto di videotelling territoriale Digital Diary di Can’t Forget Italy.

Nel 2012, il Friuli Venezia Giulia ha lanciato GoLiveFVG, progetto promosso da TurismoFVG che raccoglie e combina insieme le diverse esperienze sviluppate in altre regioni e le porta ad un livello successivo, declinando il concetto di storytelling nelle sue diverse forme, attraverso vari linguaggi e su più piattaforme. Vediamo come.

digital_diary_FVG

Dalla Gallery di Digital Diary FVG

FVG e Storytelling territoriale: un racconto a più voci

Lo storytelling territoriale è il cuore del progetto. GoLiveFVG è un destination blog che affida il racconto del territorio a “citizen blogger” e “guest blogger”. La narrazione delle storie del Fiuli Venezia Giulia è quindi un racconto a più voci, dove trovano spazio i diversi punti di vista e prospettive di chi vive nella regione e di chi la scopre durante un viaggio. Scegliere i residenti come testimonial dà, come dicevo nel precedente articolo sullo storytelling come strumento di CRM turistico, un altissimo valore aggiunto al contenuto della comunicazione: il cittadino residente è la fonte autorevole per eccellenza, è affidabile e credibile e ciò che racconta non si trova nei cataloghi, ha un sapore autentico ed emozionale.

 

homepage_golivefvg

Homepage GoLiveFVG

L’esperienza di navigazione all’interno del blog è arricchita dalla possibilità di ricercare i contenuti attraverso la geomap: i post sono georeferenziati e individuabili grazie ai pin sulla mappa.

 

geomap_golivefvg

Geomap

Gamification e User Generated Content

Intorno a GoLiveFVG è nata una numerosa e attiva community (la fanpage di Facebook di GoLiveFVG ha quasi 17.000 fan, l’account Twitter quasi 4.000 followers). Le strategie di engagement di TurismoFVG puntano sull’elemento del gioco (gamification) e sul coinvolgimento diretto degli utenti nella produzione dei contenuti (User Generated Content).

Un esempio è il contest Blogger Per Caso, realizzato in collaborazione con Turisti Per Caso: sul sito di TPC, gli utenti sono stati invitati a formulare i loro itinerari ideali in Friuli Venezia Giulia. Gli autori dei quattro itinerari migliori, giudicati da un’apposita giuria, hanno avuto la possibilità di realizzarli e viverli in prima persona. I loro reportage di viaggio, con testo, video e foto, sono stati pubblicati su Turisti Per Caso e su GoLiveFVG.

Altra iniziativa, appena lanciata in collaborazione con La Stampa e Tuttolibri, è Romanzo Collettivo, un viaggio letterario nelle terre del Friuli Venezia Giulia scritto a più mani. Il pubblico è invitato a continuare l’incipit di uno dei capitoli, che si snodano in un percorso da Torino a Trieste. I vincitori del contest vedranno pubblicato nel romanzo il loro capitolo.

romanzo_collettivo_fvg

Il progetto “Romanzo Collettivo”

Videotelling: Digital Diary FVG

Dopo l’esperienza in Basilicata, anche in Friuli Venezia Giulia è stato realizzato il progetto Digital Diary di Can’t Forget Italy. 7 videobloggers internazionali (Germania, Olanda, Irlanda, Stati Uniti, Sud Africa, Canada) hanno trascorso 7 giorni in Friuli Venezia Giulia e hanno prodotto 7 video reportage che sono stati pubblicati sui canali di GoLiveFVG e votati dal pubblico. L’idea alla base del progetto è quella di raccogliere emozioni e suggestioni di chi entra in contatto diretto con il territorio e con la sua gente e di tradurle nel linguaggio universale e immediato dei video.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=8WWPp7qF_nE&w=560&h=315]

Il caso del Friuli Venezia Giulia mi fa venire in mente ciò che dice Seth Godin in tutt’altro contesto: i piccoli saranno i primi. Saranno i primi quelli che hanno storie da raccontare, che sanno raccontarle e farle raccontare… e che hanno nel loro organico un ottimo social media team, ça va sans dire!