Articolo
13novembre

La guerra dell’instant messaging: WhatsApp, WeChat, oppure Line?

Cover_im_app

Il successo di massa di applicazioni di instant messaging, le app che consento di inviare e ricevere, in modo veloce, simultaneo e sincronico, messaggi e immagini, risale ad un bisogno primario dell’uomo: comunicare con i suoi simili.

Una domanda, che nasce spontanea in questo ultimo periodo, è questa: WhatsApp è, e sarà ancora, la regina incontrastata delle app di instant messaging?

Con l’avvento di nuove app, come WeChat e Line, come cambierà lo scenario?
E i colossi Google, Facebook e Twitter reagiranno al mutare di questo mercato, sviluppando nuove applicazioni?

Sono tutte domande aperte.
Vediamo nel dettaglio le novità di WhatsApp e le caratteristiche delle sue principali antagoniste.

 

Instant messaging app whatsapp, wechat, line

WhatsApp

Ad oggi, WhatsApp, con i suoi  350 milioni di utenti attivi nel mondo, e 11 miliardi di messaggi inviati ogni giorno, resta ancora al top della classifica.

Molto ben sviluppata per Android,   WhatsApp ha da poco lanciato una nuovissima versione anche sul nuovo sistema operativo Apple, iOS7, offrendo un restyling completo dell’applicazione.

Tra le novità in arrivo, ci sarà:

  • La possibilità di utilizzare nuovi gesti per passare da una sezione all’altra e da una conversazione all’altra.
  • Nuova lista dei preferiti: accanto al semplice elenco di nomi di tutte le persone della rubrica che utilizzano Whatsapp, ci saranno anche le immagine del profilo.
  • L’anteprima delle immagini inviate e ricevute nella chat sarà più grande.
  • Nuove  funzioni di fotoritocco, per ruotare e di tagliare le foto prima di inviarle.
  • La possibilità di modificare i video e inviarli ai contatti.

Un’arma vincente che l’app cerca di sfruttare al meglio? La viralità.

Dopo i giochi della Giraffa e di Mr Bean, ecco il gioco del maiale: il passaparola è assicurato.

WeChat

Ideata, sviluppata e finanziata da Tencent dal 2010, WeChat ha registrato una crescita esponenziale in Cina, la sua terra d’origine, e anche in America Latina e in Africa, grazie ad un piano di espansione ben progettato.
Basta notare che a gennaio 2013 l’app contava già 300 milioni di utenti.

WeChat è presente  da luglio in Europa e in Italia, e anche qui ha intenzione di crescere ed investire.
Lo dimostra anche la scelta della testimonial per gli spot pubblicitari: Belen Rodriguez.

L’idea di fondo è social: creare una piattaforma per collegare le persone, e farle  comunicare tra loro come meglio preferiscono.
Una piattaforma che permette, nella sezione “Moments”, anche di condividere album e foto, ed esprimere gli stati d’animo, grazie all’uso delle numerose emoticon disponibili.
E permette anche di fare nuove amicizie, grazie all’interazione con utenti nelle vicinanze, aggiungendoli  ai contatti.

 

Come funziona wechat

 

I punti di forza di questa app innovativa?
La disponibilità multipiattaforma, l’integrazione e la flessibilità degli strumenti.

Flessibilità che si estrinseca, per fare l’esempio più azzeccato, nella modalità di invio dei messaggi.
Quando un messaggio è troppo lungo da scrivere, non è necessario che venga tagliato o abbreviato:  semplicemente può essere  inviato con l’immediato sistema di chat vocale,  ricco di tutti quegli elementi, come intonazione e tono,  che non possono essere sentiti nella forma scritta.

WeChat è un sistema di comunicazione molto strutturato, che integra molte funzionalità, tra cui, senza bisogno di installare applicazioni di terzi, anche la tecnologia Qr-Code.
Ad esempio, l’integrazione di mini-app, cosa che avviene per ora solo in Cina.

Nel Paese natio dell’app, le aziende, tramite il proprio Official Account di WeChat, offrono i propri servizi ai consumatori, attraverso l’app.

Questo aprirà, in un futuro prossimo, le porte al mobile shopping e al mobile commerce.

In fatto di privacy, è l’utente a decidere tutto: chi aggiungere tra gli amici, chi escludere dalla chat, e disabilitare la funzione di geo-localizzazione.

Per quanto riguarda i progetti futuri, WeChat intende lanciare presto anche una piattaforma di gaming.
I primi giochi disponibili saranno successi di fama mondiale, come Plants vs Zombies 2, Wolf Moon, Temple Run 2  e Fruit Ninja, in un primo momento localizzati per il mercato cinese.

Line

Una recente conferenza stampa ha presentato in Italia di LINE, l’applicazione di messaggistica e chiamate gratuite per smartphone e pc, sviluppata dalla società giapponese Line Corporation.

Anche in questo caso, si tratta di una multi piattaforma, semplice da utilizzare e capace di divertire e coinvolgere gli utenti, e facilmente personalizzabile nell’home page e nella timeline,
Il successo di quest’app è planetario:  oltre 230 milioni di utenti in tutto il mondo, con 7 miliardi di messaggi inviati ogni giorno.

Anche Line ha investito, per il lancio in Italia, in una campagna televisiva, iniziata a metà dello scorso settembre, che ha come protagonista degli spot la cantante Emma Marrone.
Anche per Line, l’aspetto social è fondamentale: oltre alla condivisione dei propri status, la creazione di  avatar personali grazie alla funzionalità Line Play,  la creazione, personalizzazione e condivisione delle proprie foto con la funzionalità Line Camera.

L’aspetto ludico non manca, naturalmente: con Line si possono scaricare scaricare anche giochi gratuiti o a pagamento.

Tra i tratti distintivi di Line saltano all’occhio gli sticker, ovvero  simpatici personaggi che sono l’evoluzione delle classiche emoticon, utilizzati per esprimere al meglio e in modo immediato ogni genere di stato d’animo, rendendo più ricca e divertente l’esperienza della chat.

Line
E voi, quale app preferite utilizzare per chattare?