Articolo
9dicembre

Mobile apps per il car pooling

carpooling

Si assiste negli ultimi tempi ad un incremento di Apps per smartphone e tablet legate al car pooling al ride sharing e al car sharing, il recente fenomeno di condivisione di automobili tra gruppi di persone, al fine di ridurre i costi di trasporto.

Nei primi anni di lancio di car pooling, ride sharing e car sharing il web ha di certo contribuito alla sua diffusione , attraverso alcuni siti che raccolgono le offerte di passaggi. Tra questi quello con più iscrizioni è BlaBlacar, una piattaforma on line di ride sharing, che mette in contatto un utente che ha in previsione di fare in auto una certa tratta in un determinato giorno, e i possibili passeggeri interessati allo stesso percorso, che possono usufruire del passaggio contribuendo alle spese del viaggio. Il ride sharing è più indicato per i viaggi lunghi, dai 100 km in su, e un automobilista mette a disposizione i posti liberi nella sua auto per tratte medie o lunghe e solitamente saltuari . Il car pooling invece risulta più idoneo per brevi distanze e in particolare per spostamenti effettuati soprattutto da pendolari che condividono l’auto per tratte casa-lavoro. Il car sharing può essere definito un autonoleggio a ore.

carpooling-it-applicazione-android

Nonostante car pooling, car sharing e ride sharing siano tre fenomeni differenti tra loro, in Italia i siti web semplificano utilizzando soltanto il termine car pooling.  In Italia oltre ai siti dedicati al car pooling, negli ultimi anni il fenomeno di condivisione automobili è approdato anche nei social network così come sono state realizzate delle app specifiche per smartphone e tablet. Prendiamo come esempio Carpooling.it che offre il servizio di condivisione auto anche attraverso un widget destinato agli eventi. In pratica gli organizzatori di concerti, fiere o mostre possono integrare l’applicazione di carpooling.it nel loro sito o pagina Facebook e permettere ai propri clienti di raggiungere insieme le località delle manifestazioni. Il widget consente di cercare e offrire un passaggio in auto per una determinata città direttamente sul social network o sul sito web. Nel widget vengono visualizzati gli ultimi 20 viaggi inseriti dagli utenti di carpooling.it. Ogni annuncio presenta informazioni su data, orario di partenza e, nel caso di Facebook, un link all’eventuale profilo del viaggiatore.

Nel campo delle applicazioni legate al car pooling c’è poi l’ultima novità lanciata dal sito web italiano italiano www.bring-me.it, ovvero l’applicazione “Carpooling Certiticate che permette di certificare l’effettiva presenza su una stessa vettura di uno o più passeggeri. L’applicazione certifica, tramite smartphone, quante persone portano a termine viaggi condivisi, ma soprattutto, è la prima applicazione al mondo in grado di rivelare quanta Co2 è stata risparmiata. La certificazione del viaggio avviene tramite il lancio dell’app da parte di un componente dell’equipaggio sul proprio smartphone. “Carpooling Certificate” rileva via bluetooth o tramite GPS quante persone sono presenti a bordo dell’automobile. Durante il viaggio l’applicazione conteggia i chilometri percorsi e all’arrivo verifica la presenza dei medesimi smartphone individuati alla partenza. Il sistema riporterà un certificato che indicherà la strada percorsa, il numero di persone presenti e la CO2 risparmiata.  In particolare la CO2 risparmiata attraverso la trasferta in carpooling porterà alcuni vantaggi poiché presentando  la schermata dell’app in cui si certifica quanto hai risparmiato all’ambiente in termini di emissioni nocive si possono ottenere riduzioni, sconti e omaggi.

carpooling_certificate

Il car pooling è un fenomeno in forte espansione e rappresenta  una nuova forma di mobilità da un lato sostenibile e dall’altro condivisa. In pratica  coloro che non posseggono un’auto, possono raggiungere la propria meta all’orario stabilito, trovando un passaggio online in tutta sicurezza. Ogni operazione è perfettamente tracciata e il risparmio è garantito, sia dal punto di vista economico che delle emissioni inquinanti.